credito imposta

Circolare 8.2016 – Credito per l’acquisto di strumenti musicali

Si tratta di un “aiuto” una tantum, del valore massimo di mille euro, comunque non superiore al prezzo di acquisto. Per l’agevolazione sono stanziate risorse per 15 milioni di euro la cui assegnazione avverrà in base all’ordine cronologico delle domande.

Circolare completa: Apri circolare

Ricerca e Sviluppo: sbloccato il credito d’imposta

Nella Gazzetta Ufficiale del 18 aprile 2011 è stato pubblicato il decreto con le modalità di utilizzo dei crediti d’imposta per attività di ricerca e sviluppo fruibile da subito tramite modello F24.

In particolare sono stati sbloccati i fondi per il credito d’imposta istituito dall’Agenzia delle Entrate in favore delle imprese che hanno investito in attività di ricerca industriale e di sviluppo precompetitivo già esclusi dal famoso Click Day. Il credito d’imposta potrà essere utilizzato immediatamente, ma solo in compensazione mediante il modello F24, nella misura massima complessiva del 47,53%, indicando l’anno 2011 ed il codice tributo 6808.

L’agevolazione riguarda le aziende che abbiano investito risorse per questo tipo di progetti anteriormente al 29 novembre 2008, quando è entrato in vigore del decreto-legge n. 185 del 2008 che ha disposto la procedura di monitoraggio sul credito d’imposta, che non abbiano ricevuto il nulla-osta per la sua fruizione per esaurimento delle risorse disponibili dopo il “click-day” del 6 maggio 2009.

L’utilizzo del credito d’imposta e subordinato alla reale entità delle attività di ricerca e sviluppo effettuate e rendicontate.

Studio Contrino

Archivio articoli