Previdenza

Circolare 8.2021 – Le aliquote INPS 2021

Nel 2021, per i soggetti iscritti alla Gestione Separata, l’aliquota contributiva è del 33,72% per i soggetti non titolari di partita IVA (34,23% con la contribuzione aggiuntiva DIS-COLL), mentre è al 24,00% per quelli assicurati presso altre forme previdenziali obbligatorie o titolari di pensione. Ridotta l’aliquota al 25,98% dei contributi gestione separata da parte dei lavoratori autonomi non iscritti ad altra forma previdenziale titolari di partita IVA.

Circolare completa: Apri file

Circolare 11.2020 – Contributi previdenziali INPS 2020

Si riepilogano i contributi INPS artigiani, commercianti e gestione separata dovuti per l’anno 2020.

Circolare completa: Apri file

Circolare 10.2016 – Contributi INPS 2016

Per artigiani e commercianti il reddito minimale IVA per l’anno 2016 aumenta a € 15.548,00 e quello massimale a € 76.872,00(*). Di conseguenza i contributi sul massimale per gli artigiani saranno di € 18.064,92 (€ 15.758,76 per coadiuvanti inferiori a 21 anni) e per i commercianti di € 18.134,10 (€ 15.827,94 per coadiuvanti inferiori a 21 anni).

Circolare completa: Clicca qui

Circolare 10.2015 – Contributi INPS

Nel 2015, per i soggetti iscritti alla Gestione Separata, l’aliquota contributiva è aumentata al 30,72% per i soggetti privi di altra tutela previdenziale obbligatoria ed al 23,50% per quelli assicurati presso altre forme previdenziali obbligatorie o titolari di pensione. Con l’art. 10 bis del D.L. 31-12-2014 (Decreto milleproroghe) è stata confermata anche per il 2015 l’aliquota del 27,72% dei contributi gestione separata da parte dei lavoratori autonomi non iscritti ad altra forma previdenziale titolari di partita IVA.

Circolare completa: Apri circolare

Archivio articoli