Dichiarazione Iva

Circolare 13.2017 – Comunicazione clienti e fornitori 1° semestre 2017

Informiamo che in data 28 settembre 2017 deve essere inviata la nuova comunicazione telematica dei dati relativi alle fatture emesse, ricevute e registrate nel primo semestre 2017.

C’è una differenza sostanziale, rispetto allo spesometro già utilizzato per le operazioni fino al 2016, che potrà creare qualche problema operativo. A differenza del precedente «spesometro» annuale, la trasmissione dei dati delle fatture potrà avvenire solamente in forma ANALITICA (non più quindi in forma aggregata). Devono quindi essere trasmessi i dati RIFERITI AL SINGOLO DOCUMENTO E PER QUALSIASI IMPORTO.

Questo è un problema soprattutto per chi gestisce in proprio la contabilità perché dovrà essere in grado di generare il file compatibile con questo nuovo spesometro. Vi invitiamo a contattate con urgenza le proprie software house.

Circolare completa:  Apri file

File Excel: Apri file

Dichiarazione IVA 2016

In allegato, dati necessari per la compilazione della dichiarazione IVA 2016

Dati dichiarazione IVA 2016: Apri file

Dichiarazione annuale IVA 2015

Vengono pubblicati alcuni fogli di lavoro utili alla predisposizione della dichiarazione annuale Iva 2015  per il periodo d’imposta 2014.

File Allegato: Apri

Dichiarazione Iva 2012 – Modello richiesta dati

Con la pubblicazione dei modelli Iva  2012 definitivi, approvati con i Provvedimento del 16.1.2012, è possibile pertanto presentare la dichiarazione Iva dal 1° febbraio ed entro e non oltre il 1° ottobre 2012 (in quanto il 30.09.2012 cade di domenica).

Normalmente la dichiarazione Iva viene presentata in allegato al modello Unico ma il contribuente può sempre e comunque presentare la dichiarazione IVA entro il mese di febbraio, anche quando dalla dichiarazione emerga un debito. In tal caso il contribuente è esonerato dalla presentazione della Comunicazione dati IVA. Tuttavia  non consente di effettuare i versamenti IVA in base alle scadenze di Unico, per cui  il saldo annuale dovrà essere versato entro il 16 marzo, in un’unica soluzione o a rate, maggiorando dello 0,33% mensile l’importo di  ciascuna rata successiva alla prima.

La presentazione della dichiarazione IVA entro il mese di febbraio consente soprattutto di anticipare al 16 marzo 2012 la compensazione del credito Iva per importi superiori a 10.000 euro.

In allegato si fornisce un modello di richiesta dati, utile per i clienti che utilizzano la contabilità in proprio, al fine di trasmettere allo Studio tutti gli elementi   per adempiere tempestivamente  alla formalità di Legge.

Seregno 9 febbraio 2012

Apri File  Modello dati Iva 2012

Archivio articoli